Ubi Sapientia est, Pax et Iustitia regnant

Cambiano i nostri orari di apertura! Dal 27 aprile la chiusura serale torna a essere alle 19,30, dal 2 maggio riprendiamo le aperture domenicali.

News

Vi avevamo promesso una novità ed eccoci ad annunciare che è attivo il nostro shop online! Dovevamo arrivarci prima o poi, per giungere a chi non può raggiungerci fisicamente e accontentare i molti lettori che ci contattano da ogni parte d’Italia e che avrebbero piacere di acquistare libri da noi.

Cercheremo di offrire, anche virtualmente, ciò che i nostri clienti apprezzano maggiormente quando entrano in libreria: i nostri consigli di lettura, una proposta tematica settimanale in evidenza, le speciali bibliografie estiva e invernale con i volumi che raccomandiamo e le nostre Letture Appassionate.

Dietro il neonato sito di e-commerce, dunque, ci siamo sempre e solo noi, le donne e gli uomini di Palazzo Roberti, pronti a fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per accompagnarvi nella scelta e nell’acquisto dei libri.



E voi, cosa potete fare su shop.palazzoroberti.it ? Facile!

* Effettuare una ricerca per titolo di un libro oppure cercarlo attraverso le sezioni.
* Sapere in tempo reale se un particolare volume è disponibile presso di noi.
* Navigare attraverso le letture consigliate da ognuno di noi.
* Scoprire quali sono i romanzi che raccomandiamo in modo appassionato.
* Scegliere se farvi spedire i libri a casa o se accantonarli per passare a prenderli in libreria.
* Dirci se un libro è un regalo e dunque se dobbiamo preparare il pacco o scrivere una particolare dedica.

Non vi resta che registrarvi sul sito inserendo i vostri dati, scegliere i libri, la tipologia di spedizione preferita, il metodo di pagamento. Una volta concluso l’ordine, ci occuperemo noi di farvi avere i libri desiderati con tutta la cura che mettiamo nel nostro lavoro. 

Grazie a Francesca di Decalibro.

Grazie a Nicola Cocco per la professionalità, la competenza e l’inesauribile disponibilità nel realizzare il nostro Shop con Nextbox.
Attraverso le parole della Prof.sa Gilda Nicolini siamo lieti di ricordare il Prof. Vittorio Andolfato, intellettuale amico della libreria, cui è dedicato il numero 189 de L'illustre bassanese, bimestrale monografico di cultura:

A un anno dalla scomparsa, ricordiamo con questo numero de L’illustre bassanese il Prof. Vittorio Andolfato, insegnante di storia e filosofia al Liceo G.B. Brocchi, intellettuale, conferenziere e anima pulsante di molte associazioni attive sul territorio. Nelle 64 pagine a lui dedicate abbiamo cercato di ripercorrere le tappe principali del suo percorso di vita: gli anni al collegio Augustinianum, gli studi di filosofia all’università Cattolica di Milano, la tesi di laurea in estetica su Cassirer, l’esperienza di lettorato in Bulgaria, l’insegnamento al Brocchi e le diverse iniziative cui si è dedicato con passione dagli anni ’70 sino al 2019, ad esempio la costituzione e direzione dell’Associazione 26 Settembre o il costante supporto alla comunità albanese kosovara attraverso l’Associazione Bashkimi Kombëtar. Trentatré voci, ciascuna con il proprio personale legame con Vittorio e la propria sensibilità, si alternano in questa narrazione corale, nel tentativo di restituire almeno una parte dell’inesauribile dote spirituale di questo bassanese illustre, amatissimo da tutta la comunità. Trentatré voci che provengono dalle direzioni più diverse, segno tangibile di quanto l’insegnamento di Vittorio sia stato trasversale: dal panettiere al professore, dal podologo al medico, dall’operaio all’avvocato, dal funzionario al ricercatore, tutti in qualche modo nella propria vita mettono a frutto quanto generosamente seminato negli anni dal Prof. Andolfato, andando a comporre una società multietnica, inclusiva e solidale. Segno vivido del suo brillante intelletto, questa costante apertura al mondo può diventare oggi il miglior antidoto alle nostre paure. Se Vittorio fosse qui, ci ricorderebbe che tutto si può affrontare finchè continuiamo a dialogare, stare assieme e sostenerci a vicenda. Gilda Nicolini




Cosa augurarvi in questo Natale? Al pensare quali nuvole piccole o enormi pesano sugli animi di tutti, l’elenco sarebbe così lungo da lasciarci muti. Ma guai a farsi prendere dallo sconforto. Quello che vi auguriamo dunque, per queste Feste ma soprattutto per il prossimo anno, è un po’ di spensieratezza. Che possiate tornare a fare delle belle risate in compagnia, senza sentirvi in colpa; che si vedano sorrisi che riempiono tutto il viso e non solo gli occhi.
E che tornino gli abbracci, quelli veri, quelli che ci mancano più di tutto. Quelli che cacciano i nuvoloni.

Buon Natale da tutti noi.
Come consuetudine, abbiamo preparato la bibliografia dei nostri consigliati per l'inverno. Vi potete trovare ben 90 titoli, dai romanzi ai saggi, dai racconti di viaggio ai libri per bambini e giovani lettori.
Passate a ritirare la vostra copia in libreria oppure consultatela direttamente da casa cliccando qui. Buona lettura!


Cent’anni di storia bassanese – dal 1866 al 1966 – rievocati da 725 fotografie, raccolte in due volumi di complessive 840 pagine, con una splendida veste tipografica.
Bassano nella memoria è sempre un dono speciale. Poter rivedere Bassano nella storia e riscoprire le radici della nostra adorata cittadina. Per celebrare i vent’anni dall’uscita, lo splendido cofanetto di due volumi è in promozione a 59,00 Euro (è possibile riceverlo a casa previo contatto con la libreria).



Nell’opera è possibile trovare non solo le immagini dei grandi eventi che hanno segnato la storia di un secolo, ma anche quelle spicciole eppure vive e vere della quotidianità. E’ anche un’opera ricca di interesse e di curiosità, che ci riporta luoghi talvolta scomparsi o cambiati dal progresso, fatti e costumi di ieri, che ci consentono di confrontare il passato col presente. Allora ci accorgiamo che soltanto la memoria ci permette di conoscere a fondo noi stessi e la nostra Bassano.

Il primo volume è articolato nelle sezioni della città: Il castello e le mura, Il Brenta e le sue sponde, Piazze e contrade, il Museo Civico. 



Nel secondo volume le foto si susseguono in ordine cronologico dal 1866, anno dell’annessione di Bassano al Regno d’Italia, fino al 1966: Dall’annessione a fine ‘800; Dal 1900 al 1914; Dal 1915 al 1918. La prima guerra mondiale; Fra le due guerre; La seconda guerra mondiale. 1940-1945; Gli anni della ripresa. 1946-1966. 



La sezione finale, una carrellata di cartoline commerciali usate nel primo Novecento dalle ditte bassanesi.


Dal 3 novembre è attivo il nostro nuovo servizio di consegna a domicilio.

COME FUNZIONA?

* Chiamate il libreria allo 0424522537 specificando che si tratta di un ordine per cui richiedete la consegna.
* Comunicate il titolo del libro o dei libri che volete acquistare e se avete piacere che siano confezionati in pacchi regalo.
* La consegna avverrà nelle giornate dal martedì al venerdì e il pagamento sarà contestuale, in contanti o tramite POS.
* Il costo del servizio è di 3 €.
* DOVE: Effettueremo la consegna a domicilio nei comuni di Bassano del Grappa, Pove, Romano d'Ezzelino e Cassola.
* In alternativa, possiamo effettuare anche spedizioni. In questo caso il costo del servizio è di 4,70 € (normale, 5 gg lavorativi) o 5,90 € (espresso, 3 gg lavorativi). Pagamento tramite bonifico bancario anticipato.

 


Nuovo appuntamento con l’interessantissimo e coinvolgente Bompiani Book Club che, dopo “Mai stati così felici”, propone la lettura di “Casa Lampedusa” di Steven Price. L'uomo che all'inizio di “Casa Lampedusa” vediamo passeggiare nelle vie di Palermo è Giuseppe Tomasi di Lampedusa, e ricorda tanto da vicino il Principe conosciuto tra le pagine del Gattopardo: è incalzato due volte dal tempo, quello della malattia che gli toglie il fiato e quello di un mondo, di una società a cui non sente più di appartenere. Nel romanzo di Steven Price è una mattina di gennaio (siamo nel secondo dopoguerra, in una Palermo ancora segnata dalla devastazione) quando a Tomasi di Lampedusa viene diagnosticato un grave enfisema; mentre sta andando al Caffè Mazzara per incontrare il cugino, Lucio Piccolo, fa una sosta in chiesa e lì viene raggiunto dalle parole di Stendhal: l'eternità sono le parole che lasciamo, la cronaca del tempo che abbiamo vissuto. Da qui parte il racconto degli ultimi anni della vita di Tomasi di Lampedusa, anni di scrittura e di vani tentativi di pubblicazione, con Mondadori ed Einaudi che rifiutano il manoscritto. Come scrive sempre il nipote nella sua nota, "la tragedia è affatto umana, non letteraria": il romanzo uscirà postumo, l'autore non potrà vederlo stampato ma ha consegnato al mondo uno dei capolavori del Novecento.
  Vedi tutte le news  
TÈ CON I LIBRI Partecipa


PROSSIMI EVENTI Vedi tutti

NEWSLETTER
Per essere sempre aggiornati sui nostri
appuntamenti e sulle ultime novità

Iscriviti alla newsletter
P.IVA 01640430243