Ubi Sapientia est, Pax et Iustitia regnant

Piranesi
Autore: Susanna Clarke
Editore: Fazi
Argomento: Fantasy
Prezzo: € 16,50
Giudizio utenti:
(
0/5
con 0 voti
)
Piranesi mi ha invitata nella sua Casa, mi ha accompagnata tra i vari Saloni, mi ha insegnato a pescare e a far seccare le alghe, mi ha mostrato le sue Statue preferite e mi ha lasciato scegliere la mia, mi ha presentato le Persone dell'Alcova e mi ha protetta dalle Inondazioni. Un giorno, però, ci siamo seduti davanti alla statua del Gorilla a leggere i suoi diari, ed è stato in quel momento che la visione del Mondo chiamato Casa è cambiata.
Questo libro è un altalenarsi di sensazioni opposte, estrema dolcezza e pace miste ad ansia di scoprire la verità. Una verità che né io né Piranesi volevamo, troppo innamorati della Casa e delle sue meraviglie per aprire gli occhi di fronte agli intrighi e ai misteri di un nuovo Mondo.
Un libro stimolante, affascinante, fin troppo coinvolgente; un libro che mi si è incollato al cuore. Ilaria Loro


Piranesi vive nella Casa. Forse da sempre. Giorno dopo giorno ne esplora gli infiniti saloni, mentre nei suoi diari tiene traccia di tutte le meraviglie e i misteri che questo mondo labirintico custodisce. I corridoi abbandonati conducono in un vestibolo dopo l'altro, dove sono esposte migliaia di bellissime statue di marmo. Imponenti scalinate in rovina portano invece ai piani dove è troppo rischioso addentrarsi: fitte coltri di nubi nascondono allo sguardo il livello superiore, mentre delle maree imprevedibili che risalgono da chissà quali abissi sommergono i saloni inferiori. Ogni martedì e venerdì Piranesi si incontra con l'Altro per raccontargli le sue ultime scoperte. Quest'uomo enigmatico è l'unica persona con cui parla, perché i pochi che sono stati nella Casa prima di lui sono ora soltanto scheletri che si confondono tra il marmo. Improvvisamente appaiono dei messaggi misteriosi: qualcuno è arrivato nella Casa e sta cercando di mettersi in contatto proprio con Piranesi. Di chi si tratta? Lo studioso spera in un nuovo amico, mentre per l'Altro è solo una terribile minaccia. Piranesi legge e rilegge i suoi diari ma i ricordi non combaciano, il tempo sembra scorrere per conto proprio e l'Altro gli confonde solo le idee con le sue risposte sfuggenti. Piranesi adora la Casa, è la sua divinità protettrice e l'unica realtà di cui ha memoria. È disposto a tutto per proteggerla, ma il mondo che credeva di conoscere nasconde ancora troppi segreti e sta diventando, suo malgrado, pericoloso.
Nata a Nottingham nel 1959, Susanna Clarke ha avuto un successo clamoroso con il suo romanzo d'esordio Jonathan Strange & il Signor Norrell (Longanesi, 2005): pubblicato in trentaquattro paesi e finalista al Man Booker Prize, il libro ha venduto quattro milioni di copie, è stato accolto come l'opera inglese più grande e originale pubblicata dai tempi di C.S. Lewis e J.R.R. Tolkien ed è stato definito da Neil Gaiman «il più grande fantasy inglese degli ultimi settant'anni». A quindici anni di distanza, pubblica un nuovo romanzo: Piranesi (Fazi, 2021)
Le vostre recensioni
Scrivi la tua recensione
Il tuo voto  





P.IVA 01640430243