Ubi Sapientia est, Pax et Iustitia regnant

MoranteMoravia
Autore:
Editore: Neri Pozza
Argomento: Romanzi da non perdere
Prezzo: € 18,00
Giudizio utenti:
(
5/5
con 2 voti
)
Con rara maestria la Folli ci racconta la storia d'amore tra due protagonisti della letteratura italiana del Novecento, Elsa Morante ed Alberto Moravia, due personalità ribelli e molto diverse tra loro ma complementari nella loro unione. L'autrice evoca anche i personaggi essenziali che hanno influenzato la loro vita artistica e sentimentale come Pierpaolo Pasolini, il regista Luchino Visconti, Dacia Maraini e molti altri, tutto raccontato con assoluto ordine e scorrevolezza. Molto interessante. Federica Silvello

Erano una coppia leggendaria. Li chiamavano MoranteMoravia, tutto attaccato,  come se la loro fosse un’unica vita, come fossero parte di un binomio inscindibile.  Eppure non potevano essere più diversi. Ironico, entusiasta, con una grande  passione per la discussione e il dialogo, Alberto Moravia era un uomo lontano dal  monumento letterario che i suoi contemporanei gli eressero sin dai primi esordi.
Giovane, timida e poverissima, Elsa Morante cercava di costruire l’immagine di una donna sicura, ma nascondeva una grande vulnerabilità affettiva, un bisogno  estremo di continue conferme.
Di Moravia, la Morante s’innamora al primo incontro, nell’antica birreria Dreher accanto a Palazzo Colonna. Lui è l’enfant prodige della narrativa italiana, l’autore  celebrato e insieme discusso degli Indifferenti, scritto a diciotto anni durante la  convalescenza da una malattia terribile che gli aveva rubato l’infanzia. Lei, «un viso tondo con due grandi occhi dall’iride screziata, pieni di luce e ombre», vive dando ripetizioni agli studenti e compilando tesi di laurea, ma scrive anche racconti ai quali affida tutti i suoi sogni e le sue speranze. Sopra ogni cosa, vuole diventare  scrittrice: la più grande di tutte.
Sia Elsa che Alberto vivono la letteratura come una fede religiosa. Entrambi la hanno scelta come passione totalizzante, come l’unico destino in cui riconoscersi,  pur avendo un approccio alla scrittura del tutto opposto: razionale, quello di  Moravia, incantato quello di Elsa.
Dalle fughe a Capri, dove i due scrittori vivono i momenti più spensierati del loro  matrimonio, all’esilio ciociaro negli anni della guerra; dalla vita bohèmienne del  dopoguerra fino alla consacrazione letteraria, Anna Folli ripercorre in queste pagine il tempestoso rapporto che per venticinque anni ha legato la più celebre coppia della scena letteraria italiana.
Una storia d’amore di struggente intensità, un sodalizio letterario segreto e  indissolubile.
Anna Folli è stata caporedattore per l’Editoriale Domus negli anni Novanta e direttore di riviste di settore. Autrice di interviste, reportage culturali, recensioni di libri, ha collaborato con i principali quotidiani e settimanali e con note riviste letterarie on line. È autrice del programma I Magnifici trasmesso su Radio 24. È stata coautrice e  direttrice del festival di letteratura e musica Le Corde dell’Anima che ha ospitato scrittori e musicisti internazionali.
Le vostre recensioni
Scrivi la tua recensione
Il tuo voto  





P.IVA 01640430243