Ubi Sapientia est, Pax et Iustitia regnant

Lucy
Autore: Cristina Comencini
Editore: Feltrinelli
Argomento: Romanzi al femminile
Prezzo: € 15,00
Giudizio utenti:
(
3/5
con 1 voti
)
Donne di oggi e donne di ieri
Dopo “Quando la notte” Cristina Comencini torna con un nuovo romanzo. La protagonista di “Lucy”, al contrario di Marina, è una donna forte, autonoma forse un po’ troppo egoista. Un romanzo autentico che parla di "evoluzione". Al centro il femminile, la forza, il coraggio, la complessità dell'essere donna. Che può, inconsapevolmente, infliggere ferite profonde.
Lavinia Manfrotto

Sara è un’antropologa e la passione scientifica l’ha spesso tenuta lontano dalla famiglia. Franco, che pure l’ha molto amata, ha infine scelto una donna più stabile, più confortevole. I figli hanno conquistato a poco a poco una sufficiente autonomia: Matilde è docile, apprensiva, presentissima al mondo, vorrebbe prendersi cura di tutti e specialmente di Sara; Alex fa l’antropologo come la madre, ma in Canada, con lei oscilla tra aggressività e indifferenza. Un giorno però Sara se ne va, sparisce. Lascia una lettera, nient’altro. Franco, in attesa della spiegazione che gli è stata annunciata, ripercorre le tappe di un matrimonio che non è mai finito. Alex e Matilde, lontani, si parlano e riannodano i legami dell’infanzia, ricordano il dolore della separazione. Sara intanto vive in un tempo diverso dal loro. Sembra guardarli dall’alto di un passato che è il suo, ma è anche il passato di tutti. Lontana eppure vicina come mai prima – la sua fuga si colma progressivamente di senso e di umana magia. Cristina Comencini scrive, con straordinaria ricchezza di accenti, la storia di una donna che vuole guardare nel mistero dell’esistere, nei segni che i destini generali lasciano nel cerchio delle famiglie, dentro le rovine che anticipano in realtà una storia nuova.
Le vostre recensioni
Scrivi la tua recensione
Il tuo voto  





P.IVA 01640430243