Ubi Sapientia est, Pax et Iustitia regnant

La notte negli occhi
Autore: Francesco Baucia
Editore: Lindau
Argomento: Romanzi da non perdere
Prezzo: € 14,00
Giudizio utenti:
(
5/5
con 1 voti
)
Il grande filosofo Hegel, quando ancora non celebre, ebbe un figlio illegittimo che rifiutò di riconoscere; vi si sentiva legato ma non riuscì mai a inserirlo nella propria vita. Questo rapporto irrisolto tormenterà sempre il filosofo e condannerà il figlio, ragazzo promettente e affabile, all’infelicità. Le pagine di Francesco Baucia, scritte talmente bene da meritare anche solo per questo di essere lette, immaginano un estremo tentativo di Hegel di rintracciare il figlio quando questi era arruolato a Java e fanno sentire il grande rimpianto degli affetti negati. Lorenza Manfrotto

Batavia, 1831. Dopo un lungo viaggio dall'Europa, un medico noto per la sua abilità di «cercatore di uomini» sbarca sull'isola di Giava. Il personaggio più influente della cultura europea - il Grand'uomo dello Stato prussiano, il filosofo G. W. F. Hegel - gli ha affidato un incarico delicato: rintracciare il figlio illegittimo e rinnegato, Ludwig Fischer. Cinque anni prima, dopo l'ennesima lite col padre, il ragazzo era fuggito arruolandosi nell'esercito coloniale olandese. Raggiunta Giava, però, aveva fatto perdere le proprie tracce, lasciando così nell'animo del genitore un rimorso insopportabile. Messosi sulle orme di Fischer, il medico-investigatore si ritrova presto nel cuore di un enigma che sfida la sua capacità di portare luce nel buio. La riuscita dell'impresa dipende dalle risposte che saprà dare a quesiti decisivi: che cosa nasconde la fuga del ragazzo? Chi è il misterioso compagno che sembra seguire come un'ombra i passi di Ludwig? E ancora: esiste qualche connessione fra il giovane reietto e il cruento assassinio di un ufficiale olandese avvenuto nella giungla giavanese? Ispirato a un episodio reale della vita di Hegel, "La notte negli occhi" coinvolge il lettore in un viaggio che è al tempo stesso una discesa nelle oscurità dell'anima e della memoria. Con la tensione di un giallo e con una prosa di grande suggestione, capace di rievocare i racconti del mistero e dell'avventura di Poe e Conrad, questo romanzo restituisce in maniera inedita una storia dimenticata di amore e odio, di ragione e follia.
Francesco Baucia (Asti, 1984), laureato in filosofia all’Università Cattolica di Milano, è redattore e consulente editoriale. Collabora al supplemento Alias del «Manifesto» e scrive per la televisione. Il suo primo romanzo è L’ultima analisi (Sedizioni 2013). 
Le vostre recensioni
Scrivi la tua recensione
Il tuo voto  





P.IVA 01640430243