Ubi Sapientia est, Pax et Iustitia regnant

La bionda dagli occhi neri
Autore: John Banville
Editore: Guanda
Argomento: Gialli e thriller
Prezzo: € 17,50
Giudizio utenti:
(
3/5
con 1 voti
)
Noir ambientato a Los Angeles negli anni ’50: una bionda mozzafiato entra nello studio del mitico investigatore privato Philippe Marlowe e lo incarica di trovare il suo amante. Nel caldo torrido e soffocante della città l’investigatore avrà il suo bel daffare tra morti violente, scazzottamenti e un sacco di alcool. Come vedere un film con Humphrey Bogart: affascinante! Lavinia Manfrotto

A Los Angeles è un sonnolento pomeriggio d’estate, non si muove una foglia e il traffico, in strada, scorre al rallentatore, come gli affari di Philip Marlowe: sì, proprio quel Philip Marlowe, il più ruvido e solitario degli investigatori privati. Ma a volte basta un istante perché gli eventi prendano una piega imprevista, basta l’ingresso in ufficio di una bellezza mozzafiato, una bionda sensuale ed elegante, per scombussolare i piani e i pensieri. Clare Cavendish, erede della Langrishe Fragrances, impero dei profumi, è alla ricerca del suo amante scomparso, tale Nico Peterson, agente di spettacolo che vivacchia grazie a divi da quattro soldi e starlet di belle speranze. Certo, una strana coppia. Lei è ben consapevole che il suo uomo non fosse un granché, poco più di un manigoldo in abiti eleganti, eppure era suo, ed è decisa a riaverlo. Strani anche i posti che frequentavano, come l’esclusivo Cahuilla Club, con il muro di cinta ricoperto di buganvillea, l’imponente cancello dorato e un impeccabile maggiordomo dal marcato accento inglese che serve il tè. Immergendosi in questo mondo traboccante di ricchezza, Marlowe si trova alle prese con personaggi stravaganti e individui loschi, come i due messicani che compaiono all’improvviso, disposti a tutto pur di ritrovare Nico: chi li manda e perché? A disorientare Marlowe, oltre all’ambigua seduttività della bionda dagli occhi neri, si insinua il tarlo del dubbio e dei sentimenti, quanto mai aggrovigliati, che lo legano a più d’uno dei personaggi della storia. Una regia magistrale, sostenuta da una scrittura raffinata, capace di continui scarti e cambi di registro, per far rivivere il mondo di Raymond Chandler e uno dei detective più amati del noir di tutti i tempi.
John Banville è nato a Wexford, in Irlanda, nel 1945. Nel catalogo Guanda sono presenti: "La spiegazione dei fatti", "La notte di Keplero", "Atena", "L'intoccabile", "Eclisse", "L'invenzione del passato", "Ritratti di Praga", "Il mare" (vincitore del Booker Prize 2005) e della serie dedicata all'anatomopatologo "Quirke Dove è sempre notte", e "Un favore personale".


Le vostre recensioni
Scrivi la tua recensione
Il tuo voto  





P.IVA 01640430243